Catalogo
Dirette Tv
Cerca

Recap

Luca Ward, l'intervista in 100 secondi

Dall’infanzia nella povertà alla malattia della figlia, l’attore ha raccontato la sua storia a Verissimo

Condividi
L'infanzia nella povertà, la morte del papà a soli 13 anni, il successo come attore e come doppiatore, la scomparsa della mamma, la malattia della figlia Luna. Di questo, e tanto altro, Luca Ward ha parlato con Silvia Toffanin sabato 20 marzo a Verissimo.

A 13 anni non ti aspetti un evento del genere. Non avevamo nulla, tanto che quella stessa mattina sono andato in una ditta di traslochi per chiedere lavoro", ha raccontato l'attore e doppiatore parlando della scomparsa del papà.

E ha affermato che non si perdonerà mai il fatto di non esserci stato quando è morta sua mamma. "Stavo lavorando quando mi hanno chiamato per dire che mamma stava male. I miei colleghi dicevano vai, vai. Invece ho voluto finire lo spettacolo. Mi sono precipitato a Roma, ma era troppo tardi", ha detto Ward.

Per quanto riguarda la malattia della figlia, la sindrome di Marfan: "Quando un figlio nasce con una patologia ti senti responsabile. Per me è stata una mazzata, non riuscivo a metabolizzare questa cosa. Mia moglie invece è stata fortissima".

"Ha scelto di lasciare il lavoro per dedicarsi totalmente ai figli. Non so se avrei avuto il coraggio di fare la stessa scelta", ha concluso l'attore. Rivivi, nel video sopra, i momenti salienti dell'intervista di Luca Ward a Verissimo.
22 marzo 2021
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154