Catalogo
Dirette Tv
Cerca

Hollywood

Kate Winslet: "Molti attori costretti a nascondere la propria omosessualità"

L'attrice ha dichiarato al Sunday Times: "Conosco almeno quattro attori che nascondono il proprio orientamento sessuale, ed è doloroso"

Condividi
Kate Winslet, 45 anni, ha parlato in un'intervista al Sunday Times di una presunta discriminazione dell'industria del cinema verso alcuni attori hollywoodiani, per il loro orientamento sessuale.

L'attrice ha raccontato al magazine: "Non saprei dire quanti giovani attori io conosca, qualcuno famoso, qualcun altro agli inizi, che sono spaventati dal fatto che la loro sessualità possa essere rivelata e possa, in qualche modo, ostacolarne la carriera, impedendo loro di ottenere ingaggi per ruoli eterosessuali. Un attore molto famoso ha appena preso un agente americano che gli ha detto 'Capisco tu sia bisessuale, ma non pubblicizzerò la tua sessualità'. Conosco almeno quattro attori che nascondono il proprio orientamento sessuale. Ed è doloroso. Non vogliono essere scoperti. Ed è quello che dicono: 'Non voglio essere scoperto'".

L'attrice ha poi concluso: "È tremendo. Hollywood dovrebbe lasciarsi alle spalle il vizio di chiedersi 'Può quell'attore all'apparenza gay interpretare un eterosessuale?'. Dovrebbe essere illegale tutto questo, invece è molto diffuso. Io non voglio condurre un attacco nei confronti di Hollywood, ma mi piacerebbe che si parlasse dei giovani attori, vorrei che per loro ad Hollywood ci fosse meno giudizio, meno discriminazione, meno omofobia".

Kate Winslet, che nel film Ammonite, uscito lo scorso settembre, interpretava una paleontologa che aveva una relazione omosessuale, lo scorso febbraio aveva raccontato in un'intervista al Guardian di come l'attenzione mediatica per quel ruolo e per il suo corpo l'avesse resa una donna insicura.

"Mi hanno chiesto tante volte delle scene di sesso di Ammonite, molto più di quanto lo avessero fatto prima di qualsiasi scena d'amore eterosessuale. Mi hanno subito chiesto di fare anche dei paragoni: 'Come è stato Leonardo DiCaprio rispetto a Jude Law?' È stato così imbarazzante", aveva raccontato l'attrice, nota per aver recitato in film cult come Titanic, Se mi lasci ti cancello e The Reader - A voce alta, interpretazione che le era valsa l'Oscar come Miglior Attrice Protagonista.

Kate Winslet aveva spiegato anche che le venivano poste molte domande di carattere intimo sulle scene di sesso, come se fossero più importanti del suo lavoro di attrice, danneggiando la sua fiducia in se stessa: "Non volevo andare a Hollywood, perché ricordo di aver pensato 'Dio, se è questo che mi dicono in Inghilterra, cosa succederà quando arriverò lì?'. Mi sono sentita molto sola. Per la semplice ragione che niente può davvero prepararti per quello", aveva dichiarato l'attrice.

L'attrice aveva denunciato anche il trattamento mediatico che le veniva riservato quando era appena ventenne, confessando di essere stata vittima di bodyshaming: "Era ridicolo quanto fossero scioccanti, critici e crudeli i giornalisti di gossip con me. Stavo ancora cercando di capire chi diavolo ero! Commentavano la mia taglia, facevano stime sul mio peso, ipotizzavano la presunta dieta che stavo seguendo. Era sconvolgente da leggere".
Rupert Everett, 62 anni a maggio, è stato uno dei primi attori di Hollywood a dichiarare la propria omosessualità e, ospite a Verissimo nel 2018, aveva ripercorso la sua carriera, e aveva parlato delle difficoltà di fare coming out nel mondo del cinema.

"Hollywood è un posto troppo stressante per gli attori. Ti senti sempre di essere o in una lista di quelli che stanno avendo successo o nell'altra, di quelli che ne stanno riscuotendo meno; è molto angosciante. Il mio coming out non è stata una vera scelta, ma frequentavo abitualmente discoteche gay, e non volevo essere costretto a mentire, perché quando menti sei in una posizione fragile e sei vulnerabile. Ora ho un compagno con il quale sono felice da 11 anni", aveva raccontato l'attore.
06 aprile 2021
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154