Verissimo

Catalogo
Dirette Tv
Cerca

Il talento

Elena D'Amario, una vita per la danza

Dai suoi successi internazionali nella danza e in tv, al suo primo libro: a Verissimo la storia della ballerina professionista di Amici

Condividi
Elena D'Amario, 31 anni il 17 giugno, è stata ospite sabato 5 giugno a Verissimo - Le storie, e ha ripercorso con Silvia Toffanin i momenti più intensi della sua carriera nella danza, consacrata dal talent show di Canale 5 Amici, dove Elena oggi riveste il ruolo di ballerina professionista e coreografa.
Elena D'Amario ha affidato il racconto della sua vita alle pagine del suo libro Salto, uscito lo scorso aprile, nel quale la ballerina ha parlato del suo rapporto speciale con la danza: "Ballare è magia. La danza per me è una terapia. Quando ballo mi sento vera. Posso sentirmi morire, ma continuo. Non ce la faccio più, ma salto. Scopro che tutto quello che in sala prove mi fa paura, sul palco non esiste più".

Elena è entrata nel cuore del pubblico grazie alla sua naturale eleganza e al suo talento nella danza, che ha dimostrato nel corso degli anni ad Amici, al quale la ballerina aveva partecipato nel 2009 per poi tornare nelle vesti di professionista nel 2015.
Elena D'Amario è nata a Pescara il 17 giugno del 1990. Il padre Romano è enologo, ex sportivo discendente da una famiglia nobile, mentre la madre Maria Teresa è un'ex insegnante che aveva lasciato il suo lavoro per dedicarsi a Elena e a sua sorella Sara, che lo scorso novembre l'ha resa zia della piccola Anna Sophie.

Lo scorso maggio, in occasione della festa della mamma, Elena D'Amario le aveva dedicato dolci parole su Instagram: "Tutti i giorni dovrebbe essere il tuo giorno. Mi hai donato la vita. Mi hai curato, indirizzato, seguito, insegnandomi ad amare e ammirare il prossimo, a riconoscere il buono nelle cose e a provare a cercarlo anche quando forse non c'è. Ti amo mamma. Immensamente, ti rispetto e ti devo tutto. Non ti vorrei mai deludere", aveva scritto la ballerina a corredo di una foto amarcord con la madre e un'immagine recente.

A ottobre il padre della ballerina aveva festeggiato il compleanno, e Elena D'Amario gli aveva dedicato un tenero messaggio su Instagram: "Il tuo amore è silenzioso, ma la tua cura e protezione mi accompagnano giorno per giorno. Non mi hai mai detto come vivere, hai vissuto e mi hai lasciato guardare mentre lo facevi. Sei il mio esempio, di onestà, dedizione al lavoro, umiltà e umanità".

Elena D'Amario aveva iniziato a studiare danza classica a 10 anni; la ballerina, condividendo di recente su Instagram la copertina della sua autobiografia, aveva scritto: "C'è sempre una prima volta. Ricordo ancora quando mia madre mi accompagnò alla mia prima lezione di danza; lì tutto cambiò".

D'Amario aveva portato avanti la sua passione per la danza anche durante gli studi al liceo classico e in quel periodo aveva vissuto anche alcuni momenti difficili dovuti a un'insegnante che criticava la sua passione per la danza.

La ballerina, dopo una partecipazione televisiva a una trasmissione della tv locale Rete8, nel 2007 aveva partecipato, vincendolo, al talent show di Canale 5 Il Ballo delle Debuttanti, al cui provino era presente anche Alessandra Celentano. Il programma era condotto da Rita dalla Chiesa e prodotto da Maria De Filippi, che inizialmente aveva proposto alla ballerina di partecipare ai casting di Amici.
Elena D'Amario iniziò la sua avventura ad Amici il 26 settembre 2009, il programma che ha decretato il suo successo e grazie al quale la ballerina ha potuto dimostrare le sue doti nella danza e la sua versatilità nei vari stili.

D'Amario era stata poi eliminata nel corso della nona puntata, alla vigilia della semifinale, ottenendo, tuttavia un importante riconoscimento: una borsa di studio alla Parsons Dance Company di New York. Elena, infatti, nel corso di una puntata del serale, aveva avuto l'onore di ballare con due componenti della nota compagnia, e David Parsons, suo fondatore, aveva deciso di offrirle questa opportunità, per approfondire i suoi studi nella danza in America.

Negli Stati Uniti Elena aveva iniziato la sua brillante carriera internazionale da prima ballerina della prestigiosa compagnia, danzando nei teatri di tutto il mondo, da New York a Hong Kong, e attirando anche l'attenzione del New York Times, che l'aveva definita "una ballerina che ti cattura con lo sguardo".
Nella sua carriera Elena D'Amario ha vissuto anche un momento difficile, legato a un infortunio al ginocchio sinistro, a seguito del quale la ballerina aveva creduto di non poter più danzare.

Lo scorso aprile la ballerina, rispondendo alle domande di alcuni allievi nella scuola di Amici, che le avevano chiesto come riuscisse a coniugare vita lavorativa e affetti, aveva raccontato: "L'amore è una cosa importante, fondamentale. La mia scelta è stata quella di metterlo da parte. È una vita molto intensa che senza perseveranza e tenacia non puoi fare. Poi son dell'idea che l'amore quando capita capita, non ci sono oceani e non ci sono distanze. Però per me è difficile trovare l'amore".

Nel 2015 Elena D'Amario era tornata ad Amici, nelle vesti prima di ballerina professionista e oggi anche in quelle di coreografa. Nell'ultima edizione di Amici Elena ha presentato emozionanti esibizioni. Lo scorso gennaio Elena D'Amario era stata protagonista di uno scontro proprio con l'insegnante di danza Alessandra Celentano, durante una lezione della ballerina Rosa Di Grazia. Alessandra, giudicando l'abbigliamento di Rosa non adatto per la lezione, le aveva rivolto alcuni giudizi negativi a seguito della sua esibizione: "Non hai messo una correzione, così è un disastro".

Elena D'Amario, incaricata da Lorella Cuccarini di assistere alla lezione per monitorare l'andamento della sua allieva, era intervenuta in sala in difesa della ballerina, spiegando che si trattava di "un lavoro nuovo" per Rosa, per cui il suo corpo non sarebbe stato adeguatamente preparato: "Il suo corpo sta reagendo in modo diverso. Io passo otto ore con lei, la conosco", aveva dichirato Elena, aggiungendo che Rosa "quando sente urlare, si blocca e non riesce a mettere in atto le correzioni".

La ballerina è stata anche protagonista di diversi video musicali, come Uno di questi giorni di Nek, e Me ne frego di Achille Lauro, e nel 2017 è stata nominata tra i quattro migliori danzatori, insieme a due ballerini del New York City Ballet e uno del BalletX, ai Clive Barnes Awards, un premio prestigioso nel mondo della danza e del teatro.

Elena D'Amario da agosto a novembre del 2020, ospite a Termoli nella casa di sua nonna Incoronata, di 96 anni, aveva deciso di raccontare la sua storia in un libro, dal titolo Salto, uscito lo sorso 27 aprile.

Elena aveva donato la sua prima autobiografia anche ai finalisti di questa edizione di Amici, facendo trovare loro il suo libro in casetta. "Questo libro è la mia storia, la raccolta delle mie esperienze, dei miei incontri, è la storia di un sogno. Pensare che ora i ragazzi stiano leggendo il mio libro mi riempe di gioia, spero che possa dargli la forza per questo salto finale", aveva dichiarato la ballerina a WittyTv.
Elena D'Amario, condividendo di recente le emozioni racchiuse nel libro in un post su Instagram aveva scritto: "Vivo nella verità, credo nell'amore, nell’empatia, nella relazione disinteressata tra le persone senza secondi fini. Vivo per ballare. Il mio corpo è il mio strumento. La danza la mia vita".

E nella sua autobiografia la ballerina racconta: "Prima ancora che una ballerina sono una donna. Una donna piena di voglia di fare bene, di impegnarmi, di riuscire, di lottare per ottenere quello che voglio, di amare chi mi sta vicino. Ma soprattutto di sognare".

Elena D'Amario nel libro lancia anche un forte messaggio a credere in sé stessi e nei propri sogni: "La mia storia non è una storia più bella o più brutta di altre. Non ho niente da insegnare, non sono un modello da copiare. Ma ho voglia di raccontare. Per dire a chi pensa di non farcela, che ce la può fare. A chi pensa di non essere abbastanza, che lo è. A chi crede che tutto gli sia dovuto, che nessuno ti regala niente. A chi non ama il suo corpo, che è il nostro alleato più prezioso. E a chi pensa che basti il talento; no, non basta per niente. Puoi arrivare primo, anche se non sei il più bravo. Dietro a ogni sogno c'è tanta fatica, ma ne vale sempre la pena".
05 giugno 2021
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154