Catalogo
Dirette Tv
Cerca

IL CASO

Soleil Sorge critica Iconize: “Non ha detto la verità, è una persona cattiva"

A Pomeriggio Cinque, Soleil Sorge attacca Iconize dopo le sue dichiarazioni sulla finta aggressione omofoba

Condividi
Soleil Sorge critica duramente il racconto di Iconize fatto nello studio di Live-Non è la d’Urso. Marco Ferrero ha ammesso di aver organizzato una finta aggressione omofoba e, durante l'intervista con Barbara d'Urso, ha voluto scusarsi per le sue azioni.

A Pomeriggio Cinque, la showgirl spiega di non aver apprezzato le parole del suo ex amico che, secondo lei, avrebbe distorto la verità: “Sta cercando di passare come una vittima. Doveva venire in televisione a dire la verità, invece è venuto a giustificarsi. Lui ha messo insieme due relazioni diverse. Marco ha cercato di forzare un suo ex ragazzo a dichiararsi”.

Lui è una persona cattiva, io mi vergogno di essere stata una sua amica. Lo ha fatto per puro interesse e per strumentalizzare”, continua Soleil Sorge.

Nel video qui sotto ripercorriamo tutta la storia della finta aggressione di Iconize.
La storia è iniziata nel maggio 2020. Il 13 maggio l'influencer è ospite a Pomeriggio Cinque per raccontare dell'aggressione omofoba subita solo pochi giorni prima: un uomo gli ha sferrato un pugno in faccia dopo averlo insultato. Passano quattro mesi, e quella versione viene messa in dubbio da due inquilini della casa del Gf Vip: Tommaso Zorzi, ex fidanzato di Iconize, e Dayane Mello, alla quale una delle migliori amiche di Marco ha rivelato che l'aggressione non c'è mai stata e si è trattato di una messinscena.

L'amica in questione è Soleil Sorge, che pur tra molte esitazioni, prima a Domenica Live e poi a Pomeriggio Cinque conferma quanto svelato da Dayane e ribadito da Alberto De Pisis, che rivela anche i dettagli della finta aggressione. Barbara d'Urso chiede un confronto a Live - Non è la d'Urso con Iconize, che però non si presenta. In diretta la conduttrice si rivolge direttamente all'influencer, che replica il giorno dopo sui social network. Qui sopra il video riassunto della vicenda.
19 ottobre 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154