COVID-19

Speranza: “Se ci sarà un coprifuoco, ci sarà anche per le funzioni religiose”

A Live-Non è la d’Urso, il Ministro della Salute Roberto Speranza spiega le restrizioni in previsione del Natale

Condividi
“Non sarà un Natale come tutti gli altri. Dobbiamo dire la verità. Abbiamo ancora gli ospedali molto sotto pressione".

A Live-Non è la d’Urso, interviene il Ministro della Salute Roberto Speranza che spiega le possibili regole che regoleranno i giorni di Natale: “Bisogna spostarsi solo se necessario, bisogna ridurre i contatti con le persone anche durante le feste natalizie. L’estate ci deve essere da monito. Non è il momento di cenoni con tante persone. È una sfida molto complicata, stiamo iniziando a piegare ora la curva. Io penso che la norma del coprifuoco va confermata. Se ci sarà un coprifuoco, ci sarà anche per le funzioni religiose".

Speranza commenta la campagna dei vaccini che dovrebbe partire con le prime dosi dal mese di gennaio: "Per il vaccino partiremo con il personale sanitario e poi ai pazienti che sono più a rischio. Io penso che dobbiamo fare una campagna per convincere gli italiani. Io ho fiducia negli italiani. Io non parto da un’idea dell’obbligatorietà".

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
29 novembre 2020

Leggi anche

Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154