Le Iene

Catalogo
Dirette Tv
Cerca
Le Iene

IL SERVIZIO

Le Iene, Guido Brera diventa rider per un giorno: "I rider non hanno i diritti sociali"

Il manager e scrittore Guido Brera passa una giornata insieme a un rider di Milano per documentare gli svantaggi sociali ed economici della professione

Condividi
Guido Brera, manager e scrittore, ha raccontato il mondo dei rider nel libro Candido, ma, nella puntata de Le Iene andata in onda martedì 4 maggio, il manager passa dalle parole ai fatti e lavora una giornata accanto a un rider. Insieme a lui troviamo Stefano (nome di fantasia, ndr), un 26enne della Costa d’Avorio che è scappato dalla guerra e ha attraversato tutto il Nord Africa per salire su un barcone e arrivare in Italia.

Brera, il fund manager di uno dei fondi d’investimento più performanti d’Europa, conosce il mondo della finanza dall’interno e ne ha raccontato i lati più oscuri anche ne I Diavoli, una storia scritta da lui e in parte autobiografica che è diventata una serie dal cast internazionale.

Stefano mostra a Guido Brera come organizza la sua giornata di lavoro facendo consegne in giro per Milano. Guido Brera spiega a Le Iene il suo punto di vista aziendale ed economico sul lavoro del rider: “I rider hanno tutti gli svantaggi del lavoratore autonomo senza però i vantaggi dei liberi professionisti. Dall’altro lato il rider non ha nemmeno i diritti sociali dei lavoratori dipendenti. Se si fa male, se deve andare in maternità, non può farlo perché non ha alcun tipo di paracadute sociale”.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY INFINITY MAGAZINE
05 maggio 2021
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154