Catalogo
Dirette Tv
Cerca

CRONACA

Lanciano, 18enne in coma per un pugno: "Sta proprio ridotto male"

Le Iene ricostruiscono la storia di Giuseppe Pio D’Astolfo, vittima della violenza del branco

Condividi
Lo scorso settembre la notizia del brutale omicidio di Willy Monteiro Duarte, ucciso a calci e pugni dalla violenza del branco, ha scosso tutta l'Italia. Eppure quella tragedia non è stata l’ultimo episodio di violenza che ha avuto come protagonisti dei giovanissimi. Lo scorso 17 ottobre la comunità di Lanciano è stata scossa da una storia che sembra tragicamente simile. Il protagonista è Giuseppe Pio D'Astolfo, un ragazzo di 18 anni ridotto in coma da un pugno alla testa.

"Da un momento all'altro se ne potrebbe andare, sta proprio ridotto male", raccontano i familiari del giovane al Le Iene. Una tragedia scatenata da futili motivi, una banale discussione con un gruppetto composto da ragazzi di 14, 15, 18 e 13 anni, poi sfociata in violenza. E a sferrare il colpo che ha ferito gravemente Giuseppe è stato proprio il più piccolo del branco. Una vita sospesa anche per la famiglia del 18enne: "Non sappiamo se uscirà dal coma, e non sappiamo come ne uscirà", dichiarano i fratelli Sara e Daniele.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
04 novembre 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154