Le Iene

Catalogo
Dirette Tv
Cerca
Le Iene

CRONACA

Ambulanza della morte, il testimone rivela la sua identità

Prosegue l'inchiesta di Roberta Rei de Le Iene dopo la sentenza di primo grado e la revoca della protezione ai testimoni

Condividi
Nella puntata de Le Iene di martedì 25 maggio spazio agli ultimi sviluppi sull’inchiesta di Roberta Rei dal nome Ambulanza della morte che alcuni giorni fa ha portato Davide Garofalo alla condanna all’ergastolo per omicidio ed estorsione aggravata dal metodo mafioso.

La terribile vicenda accadde a Biancavilla (CT) tra il 2012 e il 2016 e l’inviata iniziò a raccontarla a partire dal 2017: due barellieri, Garofalo e Agatino Scalise (per il secondo il processo procederà con rito abbreviato, ndr.), durante il trasporto dall’ospedale a casa con un’ambulanza privata, acceleravano il decesso di alcuni pazienti gravemente malati attraverso iniezioni d’aria, al fine di provocare delle embolie. Tale azione sarebbe stata messa in atto per guadagnare più soldi dal servizio di trasporto delle persone ormai decedute, dalle vestizioni delle stesse e dal servizio funebre completo. A dare il via alle indagini le dichiarazioni di due testimoni chiave, proprietari di un’agenzia funebre, stanchi delle continue pressioni e delle troppe estorsioni subite dai due barellieri per conto di alcuni clan mafiosi della zona.

Dopo il loro racconto i due fratelli sono entrati a far parte di un programma di protezione. Oggi uno dei due decide di svelare a Le Iene la propria identità e raccontare la propria delusione maturata in questi anni. La Iena prova a capirne di più con il senatore Vito Crimi che si era occupato della gestione da parte dello Stato della protezione testimoni, affidata al Ministero dell’Interno, di cui era viceministro fino a tre mesi fa.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET INFINITY MAGAZINE
26 maggio 2021
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154