Catalogo
Dirette Tv
Cerca

IL SERVIZIO

Alex Schwazer, il doping e la petizione de Le Iene

La iena Antonino Monteleone intervista Alex Schwazer e ricostruisce la sua storia dal 2008 a oggi

Condividi
Nella puntata di martedì 16 marzo de Le Iene è andato in onda un nuovo servizio di Antonino Monteleone e Riccardo Festinese sulla vicenda di Alex Schwazer, il marciatore italiano, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Pechino nel 2008, appena assolto dalle accuse di doping del 2016.

Trovato positivo nel 2012, aveva confessato. Oggi, in merito invece alle accuse del 2016, si dichiara vittima di un complotto. Partendo dalle dichiarazioni del campione e da quelle del suo allenatore Sandro Donati, l’inviato della trasmissione analizza i fatti invitando il mondo dello sport ad ammettere Schwazer alle prossime Olimpiadi di Tokyo.

Nel servizio le dichiarazioni di Giovanni Malagò, Presidente del CONI (Comitato olimpico nazionale italiano). Queste le sue parole: “L’udienza del giudice di Bolzano è estremamente chiara, non si può non tenerne conto. Schwazer è una persona innocente, questo è assolutamente un dato di fatto.” Monteleone gli chiede se pensa che il campione abbia diritto a partecipare alle Olimpiadi, il Presidente risponde: “La gente che ci ascolta deve sapere una questione, giustizia ordinaria e giustizia sportiva: non obbligatoriamente queste due cose collimano. Quando fu emessa quella sentenza, fu una cosa, mi creda, fatta veramente nel giro di pochissimo tempo, con gli elementi a disposizione. In questo caso, sempre questi giudici hanno la possibilità, cosa che io auspico, di rivisitare quello che è stato un percorso. Alex Schwazer sa benissimo quello che è stato il mio pensiero e la mia vicinanza, dopodiché la partita si gioca tutta sui tavoli del TAS (Tribunale Arbitrale dello Sport, ndr.). Noi non abbiamo l’interlocuzione con il TAS, loro sanno perfettamente quello che è il nostro pensiero e il nostro supporto. Sicuramente ne posso parlare con la Vezzali al più presto!”.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
17 marzo 2021
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154