logoloading

FREEDOM

Borgo Mozzano, il ponte impossibile: c’è lo zampino del diavolo

Freedom racconta la storia del curioso ponte toscano

Condividi
A Borgo Mozzano, in Toscana, c’è un ponte fatto costruire da Matile di Canossa che è stato denominato “il ponte del diavolo”.

Secondo la leggenda, raccontata nel servizio di Freedom, il diavolo in persona avrebbe alzato, con il suo forcone, l’arcata del fiume, per aiutare il costruttore a finire l’opera sopra il Serchio, che serviva a collegare i pellegrini a Lucca.

In cambio, avrebbe chiesto una vita: gli è stata data però, con l’inganno, quella di un cane. La spiegazione più tecnica riguarda l’impossibilità di costruire il ponte più in basso per via di un problema con un canyon sulla sponda.

In anni più recenti il fiume ha visto alzarsi il suo livello per via di una diga. "Il diavolo non c'entra, è una soluzione ingegneristica dell'anno Mille", conclude il programma.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
12 giugno 2019
Copyright © 1999-2018 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154