CORONAVIRUS

Turismo, Carlo Cottarelli: “L’Europea non può bloccare gli accordi bilaterali”

A Mattino Cinque, l'economista Carlo Cottarelli commenta le azioni dell'Europa nell'emergenza Coronavirus

Condividi
A Mattino Cinque, l’economista Carlo Cottarelli affronta i problemi economici legati alla prossima stagione turistica e gli accordi bilaterali che potrebbero lasciare fuori Italia e Spagna (i due paesi più colpiti dal coronavirus).

“Riguardo le competenze dei confini spetta ai singoli Stati. Credo che legalmente per la Commissione Europea non sia possibile bloccare degli accordi bilaterali", spiega Cottarelli, "Quando l’Unione Europea ha più poteri ci lamentiamo. Dobbiamo metterci d’accordo con noi stessi prima di lamentarci".

L'economista sottolinea l'importanza dell'Unione Europea durante l'emergenza Coronavirus: "Abbiamo bisogno di molti soldi di recupero. Abbiamo visto che, prima dell’entrata della Banca Europea, i nostri titoli erano schizzati. Senza l’intervento della BCE potevamo ritrovarci con tassi d’interesse altissimi. I soldi del Mes dovrebbero essere presi".

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
15 maggio 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154