MATTINO CINQUE

Studentessa morta a Brescia, l'ospedale: "Non è meningite"

In attesa dei dati ufficiali dell'autopsia, Veronica Cadei sembrerebbe morta per un'infezione da meningococco C: l'intervento a Mattino Cinque del direttore del pronto soccorso

Condividi
"Sembrerebbe, visto che non sono ufficiali ancora i dati dell'autopsia, il quadro di una sepsi, quindi una sindrome infettiva che coinvolge tutti gli organi e collegata a un'altissima mortalità". dice il ,In collegamento con Mattino Cinque interviene Ciro Paolillo, direttore del pronto soccorso Spedali Civili di Brescia dove, per la vicenda della 19enne morta nella notte del 2 dicembre.

Veronica Cadei era una studentessa di Brescia, originaria di Bergamo, morta in seguito a quello che ora si crede sia stato uno shock settico, probabilmente dovuto a un'infezione fulminante da meningococco C. "Purtroppo è possibile morire in così poco tempo", spiega il direttore, "il meningococco C è una malattia ad alta mortalità, anche se parlerei più tranquillamente con l'ufficialità dei dati dell'autopsia".

TUTTE LE UTLIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY
06 dicembre 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154