MATTINO CINQUE

Sedicenne ferito a Roma: il dibattito sulla legittima difesa

Si riapre la discussione sulla legittima difesa dopo che un ragazzo ha sparato a un ladro a Monterotondo

Condividi

Il caso di Andrea Pulone, il 29enne che ha sparato per difendersi da una rapina nella villa dei suoi genitori a Monterotondo, alle porte di Roma, ferendo uno dei malviventi, ha riaperto il dibattito sulla legittima difesa.

A Mattino Cinque è intervenuto Jacopo Morrone, sottosegretario del Ministero della Giustizia: “Con la nuova legge questo ragazzo eviterà la gogna mediatica. Ricordiamoci che la vittima è sempre quella che viene aggredita”. Replica Simona Bonafè del PD: “Non è vero che la legittima difesa è sempre giustificata, come ha fatto passare il messaggio la Lega. Ogni caso verrà comunque esaminato dalla magistratura. La Lega aveva fatto credere che, in ogni caso, si sarebbe evitato l’iter processuale: così non è”.

In studio anche Luca Ciriani di Fratelli d’Italia: “La legge finalmente si mette da parte dell’aggredito, però il problema è il grave turbamento, che lascia troppa discrezionalità al giudice”.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE

29 aprile 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154