CRONACA

Neonata morta in casa a Napoli, il papà: "L'ambulanza è arrivata dopo 31 minuti"

A Mattino Cinque parla il padre della bimba nata prematura in casa a Napoli: "Mia figlia piangeva, si muoveva e respirava"

Condividi
Sarà un'inchiesta a stabilire cause ed eventuali responsabilità della morte di una bambina, nata prematura in casa a Napoli, ma i genitori denunciano gravi ritardi e inadeguatezze nei soccorsi. "Abbiamo aspettato 31 minuti l'ambulanza, per un codice rosso, nessuno ce l'avrebbe fatta", sottolinea il papà della piccola, Mario Conson, collegato in diretta con Mattino Cinque.

"Mia figlia piangeva, si muoveva, respirava", aggiunge l'uomo che, assieme alla zia, ha aiutato la moglie al sesto mese di gravidanza a partorire in casa, in collegamento telefonico con il ginecologo. L'avvocato della famiglia, Angelo Marino, sottolinea come il mezzo del 118 arrivato non fosse adeguatamente attrezzato per soccorrere un neonato: "A bordo non c'era l'incubatrice".

TUTTE LE ULTME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
02 dicembre 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154