MATTINO CINQUE

Marco Carta: “Chiariremo tutto, non sono stato io”

Il cantante si difende dopo l’accusa di furto aggravato

Condividi
Marco Carta si difende. Il cantante venerdì sera era stato fermato per il furto di sei magliette dal valore complessivo di 1200 euro.

Questa l’accusa per il vincitore di Amici 2008, ripreso da un addetto alla vigilanza che lo avrebbe visto togliere l’antitaccheggio alle t-shirt dalla Rinascente di Milano. Il giudice non ha convalidato l’arresto, anche se il processo si terrà comunque. Carta è stato rinviato a giudizio e quindi il 20 settembre dovrà presentarsi all’udienza.

Intanto il cantante si difende, come si può vedere in questo servizio di Mattino Cinque: “Chiariremo tutto, non sono stato io”. Il cantante non ha voluto rilasciare dichiarazioni sull’amica 53enne che era con lui: “Chi fa la spia non è figlio di Maria”.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
03 giugno 2019
Copyright © 1999-2018 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154