CRONACA

L'avvocato di Veronica Panarello: “Prendiamo atto della sentenza”

A Mattino Cinque il legale della mamma del piccolo Loris dopo la condanna in Cassazione: "Le sentenze si rispettano, ma non abbiamo capito alcuni perché"

Condividi
"Prendiamo atto che Veronica Panarello ha ucciso il proprio figlio senza un movente, che ha ucciso senza un dolo d’impeto e senza premeditazione, che c'era una sindrome di Medea che è poi sparita. Vogliamo capire, ma non lo capiremo perché la sentenza non ce lo dice, perché Veronica abbia ucciso il figlio". L’avvocato Francesco Villardita, legale di Veornica Panarello, madre del piccolo Loris Stival, parla così a Mattino Cinque all’indomani della pronuncia della Cassazione che ha reso definitiva la condanna a 30 anni per la donna, accusata di aver ucciso il figlio di 8 anni a Santa Croce Camerina, nel Ragusano, nel 2014.

"Non ho ancora visto Veronica, prenderemo soltanto atto della sentenza e leggeremo le motivazioni", afferma il legale.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
22 novembre 2019
Copyright © 1999-2019 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154