mattino cinque

Emanuela Orlandi, il Vaticano apre un'inchiesta

Svolta storica, a 35 anni dalla scomparsa della ragazza

Condividi
Il Vaticano ha aperto un’indagine sulla scomparsa di Emanuela Orlandi, la figlia di un commesso della Prefettura della casa pontificia che sparì a Roma il 22 giugno 1983.

Lo conferma l’avvocato della famiglia Orlandi, che auspica “piena collaborazione”. A commentare la svolta storica anche il fratello di Emanuela, Pietro Orlandi: “Dopo 35 anni il Vaticano finalmente indaga ufficialmente sulla scomparsa di mia sorella. Speriamo che sia arrivato finalmente il momento per giungere alla verità e dare giustizia a Emanuela”.

Qui sopra il racconto dell'intera vicenda, da quel giorno del 1983, fino alle telefonate che implicavano possibili rapimenti, connessioni con l'attentatore del Papa e con la banda della Magliana.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
10 aprile 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154