MATTINO CINQUE

Delitto Murazzi, parla uno degli avvocati di Said Mechaouat: “Un fatto anormale”

Le dichiarazioni di Matteo Bodo, uno dei legali del reo confesso dell’omicidio di Stefano Leo

Condividi
“Ci sono delle perplessità sulla dinamica del fatto”. Matteo Bodo commenta così a Mattino Cinque la confessione del suo assistito Said Mechaouat, il 27enne italiano di origine marocchina reo confesso del delitto dei Murazzi, dove il 23 febbraio ha accoltellato a morte Stefano Leo. “Volevo uccidere una persona felice” avrebbe detto nell’interrogatorio alle forze dell’ordine, dopo essere stato lui stesso ad avvisare i carabinieri.

Ciò che non convince i legali di Said è la mancanza di un movente: “È una situazione estremamente particolare, mi sembra che anche la scelta casuale della vittima ci dipinga un quadro molto diverso dai consueti delitti”. Il discrimine per il legale sarà capire se si tratta di un mitomane che si è attribuito il fatto o di una persona inferma di mente.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
02 aprile 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154