MATTINO CINQUE

Daniele Martinelli commenta il caso Siri

Il dibattito sulle parole del premier Conte; Anna Maria Bernini (FI): "M5S ipocrita, ci vorrebbero le dimissioni anche della Raggi"

Condividi
Fa ancora molto discutere il caso che ha coinvolto Armando Siri, il sottosegretario al Ministro dei Trasporti finito nell’occhio del ciclone in seguito a un’indagine per corruzione. A Mattino Cinque è intervenuto, in collegamento, Daniele Martinelli, giornalista da sempre vicino al Movimento Cinque Stelle: “Se la Lega fosse un partito serio, non avrebbe aspettato le parole del premier Conte, ma avrebbe obbligato Siri a dimettersi già da tempo”.

La controreplica spetta ad Anna Maria Bernini, capogruppo di Forza Italia al Senato: “Il Movimento dimostra tutta la sua incoerenza. Giustizialista con gli altri e garantista con la Raggi, mi sembra che anche lei sia stata indagata ma nessuno ha mai chiesto le dimissioni all’interno del partito”.

Dura la risposta di Martinelli: “Quelle nei confronti della sindaca di Roma sono solo strumentalizzazioni politiche”.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
03 maggio 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154