MATTINO CINQUE

Caso Vannini, la mamma: “Ciontoli mente"

"Ci batteremo per l’omicidio volontario”, dice la donna a Mattino Cinque

Condividi
Ciontoli mente spudoratamente. Mio figlio non era appassionato di armi e non si sarebbe mai fatto il bagno in sua presenza”. Così la mamma di Marco Vannini, Marina Conte, parla del processo a carico della famiglia Ciontoli per la morte di suo figlio, deceduto per dissanguamento dopo essere stato ferito da un colpo di pistola nella casa della fidanzata Martina.

Durante l’intervista in diretta a Mattino Cinque la donna sottolinea: “Ci batteremo perché venga riconosciuto l’omicidio volontario”, in Cassazione. E sulle novità introdotte dal servizio delle Iene chiosa: “Se sono coinvolti altri, vengano fuori i nomi. Ma non è lo sparo ad aver ucciso mio figlio, è stata la condotta successiva”.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
09 maggio 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154