CRONACA

Caso Genovese, un testimone: "Droga facile e ragazze sotto shock per le violenze"

A Mattino Cinque le parole di chi ha partecipato ai festini a casa dell’imprenditore: "Atmosfera morbosa"

Condividi
Continuano ad emergere testimonianze shock sui festini della Terrazza Sentimento di Alberto Genovese, l’imprenditore milanese finito in manette perché accusato di aver drogato e violentato una 18enne. "Alle feste c’era droga ovunque, accessibile a tutti quanti", racconta in forma anonima una testimone intervistata dalla giornalista di Mattino Cinque, Sara Tuffariello.

"Non si respirava una bella aria in quella casa, c’era un’aria morbosa", spiega ancora la giovane che poi aggiunge, "come al solito lui spariva con la fidanzata e come sempre spariva con loro anche una ragazza". Una stanza degli orrori, quella a cui fa riferimento la testimone, da dove ha visto “uscire ragazze scioccate”.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
11 novembre 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154