CRONACA

Caso Genovese, la testimone: "Alle sue feste droga per tutti"

A Mattino Cinque una testimone racconta i party a Ibiza: “C'è chi preferisce avere rapporti forti e lui è uno di questi: lui mi ha scelta e ci tornerei"

Condividi
Continuano le testimonianze sulle feste di Alberto Genovese, l’imprenditore milanese fermato con l’accusa di stupro ai danni di una 18enne commesso proprio durante un party sulla sua Terrazza Sentimento. "Sì, c’è cocaina alle sue feste per chi la volesse consumare ma non è ovviamente obbligatorio, era a disposizione di tutti gli invitati", dichiara a Mattino Cinque una ragazza che preferisce mantenere l’anonimato e che ammette di aver avuto rapporti consenzienti con Genovese proprio durante uno dei suoi party a Ibiza.

"Lui arriva nel bel mezzo della gente, sceglie una o due di noi, dipende, ci porta in camera e ha rapporti: io sono stata scelta e ci tornerei". Poi sulla tipologia di rapporti la giovane aggiunge: "Che io sappia sono sempre stati consenzienti, c’è chi preferisce avere rapporti più forti e Genovese è uno di questi. Io sono stata molto bene, mi sono divertita e ci tornerei".

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
26 novembre 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154