DIBATTITO

Paolo Liguori: "I cinesi hanno tenuto nascosto il virus per due mesi"

Il direttore di TgCom interviene in studio a Live - Non è la d'Urso sul coronavirus

Condividi
"È ovvio che nessuno avrà mai la prova, la pistola fumante del virus. Io dico quello che so, perché il mio mestiere è di dare informazioni: io ho questa informazione sul laboratorio di Wuhan, mentre tutti parlano del mercato. Si sarebbe trattato di un incidente, questa è la mia convinzione. Ma la cosa grave è che per 60 giorni i cinesi hanno nascosto l’incidente, che sarebbe dei primi di novembre". Paolo Liguori, in studio a Live - Non è la d'Urso, sostiene che il coronavirus si sarebbe diffuso, per errore, da un laboratorio in Cina.

In studio c'è anche il virologo Francesco Broccolo: "La scienza si basa su prove, non su indizi. Le prove sono che il virus non è stato geneticamente modificato. Ma non è una prova definitiva che il virus non possa essere stato coltivato, forzato, su linee cellulari umane da quelle di pipistrello".

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
10 maggio 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154