RELIGIONE

Coronavirus, Paolo Brosio: "Il governo ha sbagliato a non affidarsi a Dio"

In un'intervista ad Adnkronos, il giornalista critica alcune misure del governo per rispondere all'emergenza coronavirus: "Si è affidato solo alla scienza"

Condividi
"Non puoi affidarti solo alla scienza perché non è Dio, altrimenti avremmo risolto tutto con la bacchetta magica. Dobbiamo rimettere al primo posto Dio". In un'intervista ad Adnkronos Paolo Brosio critica il governo per come sta gestendo l'emergenza coronavirus.

"Il governo ha pensato a tutto tranne che alle fede: puoi comperare tutto, anche le sigarette, il cacciavite, ma si chiudono le chiese perché, secondo loro, sono luogo di ricettacolo di focolaio", dice il giornalista, "se le chiese vengono abitualmente disinfettate, con le dovute precauzioni, perché non tenerle aperte almeno per le messe feriali?". Qui in alto il suo intervento a Live - Non è la d'Urso il 22 marzo, proprio su questo argomento.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
08 aprile 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154