CRONACA

Caso Pivetti, parla il farmacista: "C'era un marchio non idoneo"

In collegamento con Live - Non è la d'Urso il farmacista Federico Saettone, da cui è partita l'indagine per le mascherine vendute dall'azienda di Irene Pivetti

Condividi
"Una cliente ha segnalato che vendevamo le mascherine a un prezzo secondo lei troppo alto. La Guardia di finanza aveva già fatto un controllo e appurato che non applicavamo un rincaro eccessivo. Ma hanno scoperto che il marchio CE non era idoneo: non quello sulla scatola esterna, ma quello sulle mascherine". Federico Saettone, in colegamento con Live - Non è la d'Urso dalla sua farmacia, spiega come è partita l'indagine sulle mascherine dell'azienda di Irene Pivetti.

"Le mascherine le abbiamo acquistate da un fornitore abituale, con regolare fattura e certificato", spiega il proprietario della farmacia, "non sapevo venissero dall'azienda di Irene Pivetti".

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
10 maggio 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154