LE IENE

Le Iene, la tv pirata e gli spacciatori di server

Le Iene si occupano del cosiddetto pezzotto, una scatoletta che permette di vedere illegalmente tutti i contenuti delle pay tv italiane e straniere

Condividi
“È un server che parte fuori dall’Italia. Questo server l’ho comprato io, lo gestisco io in Italia e trasferisco il segnale e mi faccio pagare mensilmente”. A Le Iene viene svelato il funzionamento del cosiddetto pezzotto, una scatoletta che, collegata alla tv, permette di vedere tutti i contenuti e canali tv pay italiani e stranieri a 12 euro al mese.

La iena Alessandro Di Sarno va in Olanda dove si appoggiano la metà dei flussi pirata destinati al nostro Paese. I pirati si abbonano ai network a pagamento e mandano il segnale ad altri server stranieri che lo moltiplicano centinaia di volte.

Nel servizio, Le Iene parlano con i manager di una delle aziende che gestisce questi traffici, la Worldstream, per capire se sono consapevoli di alimentare un business legato alla criminalità organizzata.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
17 aprile 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154