INTERVISTA

Poliziotti uccisi a Trieste, la famiglia dell'assassino: “Era già stato ricoverato in Germania”

L'inviato de Le Iene, Giulio Golia, intervista la moglie del fratello di Alejandro: “Mi sento in colpa, ma mio marito è una brava persona"

Condividi
"Aveva dei problemi, era stato già ricoverato in Germania", a parlare ai mcirofoni delle Iene è la cognata di Alejandro, l'uomo responsabile della morte dei due poliziotti a Trieste. La moglie di Charlie, il fratello dell'assassino di Pierluigi Rotta e Matteo Demengo, racconta la loro estranietà ai fatti e la vergogna che da giorni li opprime. "Non usciamo di casa, mio marito è un padre di famiglia - spiega la donna - e adesso è finito sulla pagina Facebook di Salvini".

L'iviato delle Iene, Giulio Golia, prova anche a parlare al telefono con la madre di Alejandro che, però, lascia la parola a un'amica di famiglia. "Lui era stato già ricoverato in un ospedale di igiene mentale dal quale è scappato", racconta la donna. "Quando è arrivato in Italia, la madre ha provato a chiedere aiuto in diversi istituti - conclude l'amica di famiglia - ma nessuno l'ha fatto".

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
09 ottobre 2019
Copyright © 1999-2018 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154