L'INCHIESTA

Le Iene, l'innovazione del Policlinico di Bari

La iena Gaetano Pecoraro mostra l'innovazione del policlinico di Bari e dell'ospedale di Brescia

Condividi
Curare pazienti con tablet e occhiali della realtà virtuale per valutare se è presente un infarto in atto, monitorare gli ictus, ma anche per evitare gli sprechi e prevenire eventuali errori. Una realtà in continua espansione al Policlinico di Bari e all’Ospedale di Brescia come documentato da Le Iene attraverso il servizio di Gaetano Pecoraro.

Nell'ospedale di Bari, si sta sperimentando la telecardiologia. "Abbiamo fatto un calcolo sul costo dell’Ecg, precedentemente costava oltre due milioni di euro all’anno, oggi ne spendiamo 800mila", spiega Paolo Delfini, Responsabile Amministrativo Telecardiologia.

A Brescia, è stata introdotto la cartella elettronica, grazie alla quale tutte le informazioni cliniche del paziente sono consultabili in pochi secondi. Anche il magazzino di scorte dei medicinali è completamente digitalizzato: i medicinali vengono tracciati anche in ordine di scadenza per evitare gli sprechi.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
11 novembre 2019
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154