REPORTAGE

Le Iene, il piccolo Alvin è vivo ma prigioniero in un campo in Siria

Luigi Pelazza de Le Iene raggiunge il campo di prigionia con il padre di Alvin, che riesce a riabbracciare suo figlio

Condividi
"Non ti lascerò mai, sarò sempre con te". In un campo di prigionia in Siria, il papà di Alvin riesce finalmente a riabbracciare suo figlio, grazie al lavoro di ricerca di Luigi Pelazza de Le Iene. Ma la gioia dura poco: il bambino non può lasciare il campo senza l'autorizzazione di un delegato del governo albanese.

Il piccolo, portato dall'Italia in Siria dalla madre quando si è unita all'Isis, è stato ritrovato vivo in un campo di prigionia tre anni più tardi, ferito a una gamba. Ma Alvin, nato e cresciuto in Italia, ha solo la cittadinanza albanese: senza il via libera del governo di Tirana non può lasciare la prigione a cielo aperto. E ora quel campo rischia le bombe turche.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
18 ottobre 2019
Copyright © 1999-2018 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154