IL SERVIZIO

Csm, Ermini replica al magistrato radiato Palamara

Il numero due del Consiglio Superiore della Magistratura parla ai microfoni de Le Iene

Condividi
Il vicepresidente del Csm David Ermini replica alle dichiarazioni di Luca Palamara, il magistrato radiato che ai microfoni de Le Iene aveva cercato di difenderesi dall’accusa di aver pilotato le nomine di alcuni posti chiave, come quello del Procuratore capo a Roma.

“L’elezione di un vicepresidente è una cosa completamente diversa dalla nomina di un procuratore: il primo è un accordo 'politico', previsto per altro in Costituzione, il secondo è un concorso per titoli”, spiega il numero due del Consiglio Superiore della Magistratura confermando il fatto che gli onorevoli Luca Lotti e Cosimo Ferri abbiano contribuito alla sua elezione.

Alla domanda se i magistrati che fanno politica meritino la radiazione, Ermini risponde: Se utilizzano la giurisdizione per fare politica, meritano di essere sanzionati, non c’è dubbio. La sanzione massima.”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
16 ottobre 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154