APPELLO

Come aiutare Micol, la bimba di porcellana

A Le Iene la storia di Micol, affetta da una malattia rara, di cui è l'unica paziente in Italia, e della mamma Beatrice

Condividi
Beatrice ha appena 18 anni quando scopre di essere incinta. Dopo la prima ecografia decide di proseguire la gravidanza, e nove mesi dopo nasce Micol: non piange, non strilla, dorme tutta la notte. Quello è il primo sintomo: la bimba non sta dormendo, semplicemente non riceve nessuno stimolo esterno.

Micol, che oggi ha 3 anni, è l'unica paziente italiana affetta dalla sindrome del gene WWOX, una malattia rara di cui soffrono solo 20 bambini al mondo. E quindi non è vantaggioso economicamente per la ricerca trovare una cura, così come per la piccola Giorgia, un'altra bimba con malattia rara.

Le Iene hanno aperto la pagina Facebook Il sorriso negli occhi di Micol per aiutare lei e sua madre Beatrice, e condiviso sul loro sito una relazione con i problemi di salute di Giorgia, che ancora non conosce il nome della sua malattia.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
18 ottobre 2019
Copyright © 1999-2018 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154