FORUM

Lo sciopero del furbetto del cartellino

A Forum si discute il caso di Marco, che per protesta contro l'azienda per cui lavorava ha attuato una personale forma di sciopero

Condividi
Nell'arena di Forum si discute il caso di Marco, licenziato dalla sua datrice di lavoro perché per una settimana ha timbrato il cartellino tornando poi a casa. Quella di Marco era una forma di protesta contro il comportamento dell'azienda, ma la giudice dà ragione a Roberta: la sua particolare forma di sciopero non è tutelata dalla legge.

Nei giorni precedenti, Roberta aveva licenziato un collega di Marco che si assentava dal luogo di lavoro per assistere la figlia malata. Dopo le sue lamentele per quanto accaduto, secondo Marco l'azienda lo ha sottoposto a mobbing e demansionato.

A quel punto ha deciso che avrebbe messo in atto una protesta individuale, comunicando all'azienda con una mail le sue intenzioni. Ma quello di Marco non si può considerare sciopero perché mancano tutti i requisiti di legge.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
06 febbraio 2019
Copyright © 1999-2018 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154