Tecniche di guerra

La guerra dei kamikaze

La parola kamikaze significa in giapponese “vento divino” ed è riferita a un leggendario tifone che si dice abbia salvato il Giappone da una flotta di invasione mongola inviata da Kublai Khan nel 1281.

Condividi
La guerra dei kamikaze è un documentario diretto da Peter Nicholson nel 2007.

Cast: Togo Igawa, Meg Kubota, Richard Ogawa, Akira Koieyama.

La Seconda Guerra Mondiale e' stata il primo conflitto della Storia che ha portato alla ribalta azioni militari suicide su larga scala. Una tattica, quella dei kamikaze, disperata e fomentata da motivi religiosi, dal nazionalismo fanatico e dal terrore di un'invasione della "patria" giapponese. Kamikaze in giapponese significa Vento Divino: un metodo di attacco che gli Alleati non avevano mai subito. Contro la schiacciante superiorità americana i piloti nipponici male addestrati e che utilizzavano tattiche convenzionali andavano incontro a perdite pesantissime. Pianificando la propria morte i kamikaze erano tendenzialmente in grado di infliggere danni più pesanti alla marina americana, vulnerabile soprattutto sotto il profilo psicologico a questo tipo di attacchi. Per la marina americana combattere contro i kamikaze fu una delle esperienze più sanguinose e dolorose della guerra. La percentuale di successo delle missioni suicide fu di circa il 20%, dieci volte superiore agli esiti degli attacchi convenzionali. Alla fine della seconda guerra mondiale il servizio aeronautico della marina giapponese aveva sacrificato 2.526 piloti kamikaze, mentre quello dell’esercito ne aveva sacrificati 1.387. Secondo fonti americane, approssimativamente 2.800 attaccanti kamikaze affondarono 34 navi della marina, ne danneggiarono altre 368, uccisero 4.900 marinai e ne ferirono oltre 4.800. Nonostante l’allarme dei radar, l’intercettazione in volo ed un massiccio fuoco antiaereo il 14% degli attacchi Kamikaze giungeva fino all’impatto contro una nave; circa l’8,5% delle navi colpite dagli attacchi kamikaze affondò.

Se hai una Smart TV tutti i contenuti on demand di Mediaset Play potrai vederli anche sulla tua tv di casa. Ti basterà sintonizzare un canale Mediaset (su Digitale Terrestre o Tivù Sat) e in pochi secondi vedrai l’invito a premere il tasto “Freccia su” del telecomando. Con le frecce destra e sinistra potrai così scorrere le sezioni dell’applicazione e troverai il film sotto la voce “I Film della TV". Per l’elenco dei televisori abilitati e per tutte le informazioni utili vai qui
12 gennaio 2021
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154