LA RISPOSTA

Quale politico usò per primo l’espressione “tigre di carta”

Scopriamo qual è stato il primo politico a utilizzare l’espressione “tigre di carta”, intendendo un avversario solo apparentemente minaccioso

Condividi
Tigre di carta è la traduzione di un espressione metaforica cinese. Nel 1946 Mao Tse Tung, futuro presidente della Cina, rilascia una dichiarazione alla giornalista americana Anna Louise Strong. Durante l'intervista, Mao Tse Tung utilizza il termine tigre di carta (è il primo politico a farlo): "Tutti i reazionari sono tigri di carta. Apparentemente sono terribili, ma in realtà non sono poi tanto potenti".

Durante gli anni del Maoismo questa espressione venne utilizzata per definire un avversario solo apparentemente minaccioso. L'espressione arriverà anche in Occidente grazie alla diffusione del Libretto rosso di Mao nel quale viene dedicato un capitolo alle tigri di carta.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
17 settembre 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154