LA RISPOSTA

Piada romagnola, la poesia di Giovanni Pascoli

Il poeta italiano dedicò un poemetto al piatto tipico della tradizione romagnola

Condividi
Giovanni Pascoli scrisse a inizio Novecento un poemetto dedicato alla piada romagnola. Originario di San Mauro di Romagna, il poeta scrisse alcuni versi in cui parla del piatto tipico della tradizione romagnola, intitolato La piada: Il pane della povertà, che trovi tu, reduce aratore, esca veloce, che sol s'intrise all'apparir dei bovi: / il pane dell'umanità, che cuoce in mezzo a tutti, sopra l'ara, e intorno poi si partisce in forma della croce: / il pane della libertà, che il forno sdegna venale; cui partisci, o padre, tu, nelle più soavi ore del giorno: / ognuno in cerchio mangia le sue quadre; più, i più grandi, e assai forse nessuno; forse n'ebbe più che assai la madre, cui n'avanza per darne un pò per uno.

Nell'ottava domanda da 10mila euro Giona, il concorrente della puntata di Chi vuol essere milionario? di giovedì 1 ottobre, deve indovinare chi ha dedicato un intero testo alla piadina. Le opzioni sono: Samuele Bersani, Laura Pausini, Federico Fellini.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
01 ottobre 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154