RISPOSTA

Chi ha ispirato il nome della tecnologia bluetooth?

Un'orca, un pirata, un re o un puffo? La domanda da 7mila euro a Chi vuol essere milionario?

Condividi
A ispirare il nome della tecnologia bluetooth fu un re vichingo, re Aroldo I di Danimarca. È la settima domanda da 7mila euro della quarta puntata di Chi vuol essere milionario? di mercoledì 19 febbraio.

Quattro le opzioni a disposizione del concorrente: un'orca assassina, un pirata scozzese, un puffo studioso e poi quella corretta, un re vichingo. A ispirare il termine bluetooth fu Harold Blatand, che in inglese è Bluetooth, un re del X secolo che fu capace di unire i popoli della penisola scandinava attraverso la religione, con l'introduzione del cristianesimo.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU MEDIASET PLAY MAGAZINE
19 febbraio 2020
Copyright © 1999-2020 RTI S.p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. Soc. € 500.000.007,00 int. vers. – Registro delle Imprese di Roma, C.F.06921720154